La prima domenica di questo mese (il 5 Novemebre), il sistema della gestione delle scommesse sportive AAMS è andato in crash. Intorno a mezzogiorni infatti, è caduta la connessione con Sogei, rendendo impossibile per gli scommettitori italiani fare le proprie giocate. I primi a subire danni sono stati i bookmakers online, successivamente il problema si è esteso anche alle agenzie di scommessa classiche.

Si tratta di una Domenica nera e si stima una perdita di circa 15 milioni di euro per gli operatori, anche perché era la giornata del big match tra Roma e Juventus, che avrebbe certamente raccolto una somma record. Il guasto è stato riparato solo verso fine giornata, quando tutti i bookmaker hanno ricominciato a funzionare, chi più chi meno, normalmente, ma ormai era troppo tardi e i danni non pochi.

Ma non sembra ancora tutto finito e ancora oggi, il sito dell’AAMS presenta qualche problema: non è ancora stato pubblicato il palinsesto delle scommesse a quota fissa aperte sul loro sito e tutti i bookmakers online italiani legali stanno avendo dei disagi.

Le ripercussioni di questo blackout? Essendo stato fuori uso il completo sistema di scommesse AAMS, molti scommettitori appassionati si sono rivolti a bookmaker stranieri e quelli senza licenza italiana, che sono stati favoriti molto da questo blackout e hanno registrato anche molti nuovi utenti. Gli operatori non legali sono stati molto agevolati da questo blocco, poiché hanno visto un traffico e incremento di fatturato incredibilmente alto e soprattutto inaspettato. La stima dei 15 milioni di raccolta mancata è riferita solamente alla domenica del blackout, ma se si conta che alcuni dei giocatori che hanno scommesse su questi bookmaker non legali, potrebbero continuare anche per il futuro, la cifra và cartamente rivista!

Blackout Sogei: milioni di euro persi per le scommesse sportive
5 (100%) 1 vote